Qbico, modulo per il giardino

Sgabello, tavolo da te, elemento decorativo monolitico e affascinante

Semplice ma essenziale

Qbico è un elemento decorativo che permette di avere una sgabello e un tavolino allo stesso tempo, giocando con due moduli intercambiabili posizionati liberamente. E’ composto da due moduli incastrati fra di loro in modo tale da ricomporre il cubo intero. Qbico è una soluzione per esterni utile ed elegante, derivata dallo studio di un cubo a cui è stata sottratta la metà volumetrica tagliata lungo le diagonali degli angoli opposti. Ogni modulo può avere la funzione di sedia o di tavolo, usato singolarmente o insieme ad altri moduli.

Un oggetto ecosostenibile

Un oggetto ecosostenibile che impiega il minimo materiale per un massimo risultato, sfruttando la forma e la monomatericità del legno che ne favorisce il riciclo a fine vita. I due moduli possono essere utilizzati liberamente sedendosi su uno dei tre lati bianchi. L’idea è quella di creare un oggetto che sia minimalista ed essenziale quando chiuso e inutilizzato, ma che possa prendere vita e aprirsi mostrando il calore della texture del legno durante il suo uso.

qbico-modello-reale-ambientato-marcello-cannarsa-2

Giochi di composizione

Quattro cubi possono comporre una unica tavola quadrata da cui estrarre le quattro sedie necessarie.

Per ogni spazio

Qbico si adatta alle esigenze e agli spazi dei luoghi nei quali viene utilizzato; oltre che per spazi aperti privati è pensato per luoghi pubblici come lounge bar, ristoranti e piscine.

qbico-modello-reale-ambientato-marcello-cannarsa-4
qbico-modello-reale-ambientato-marcello-cannarsa

Per le ridotte dimensioni e la libertà di composizione è ideale nella gestione di spazi affollati. Qbico è monomaterico, in rovere naturale con tre pannelli esterni in legno smaltato, che sottolineano ed esaltano la purezza del cubo, celando la bellezza delle venature lignee.

qbico-modello-reale-ambientato-marcello-cannarsa-3
qbico-particular2-wood-marcellocannarsa-product-designer
qbico-particular-wood-marcellocannarsa-product-designer

Evoluzione dell'idea

Prima di arrivare alla versione finale del prototipo, si sono esplorate diverse soluzioni tecniche e di materiali, nelle immagini che seguono potete vedere alcuni di questi tentativi.

qbico-modello-reale-ambientato-marcello-cannarsa-6

La prima idea è stata pensata con smalto esterno, ma nell’uso ci siamo subito accorti che si sarebbe rovinato in poco tempo, è stato allora realizzato un prototipo in corian che sostituisse la parte bianca, poi abbandonato per questioni di costo. Grazie ad una azienda marchigiana che combina falegnameria e lavorazione della pelle si è pensato di aggiungere il rivestimento in pelle nella parte esterna, questa soluzione sarebbe stata ottima per funzione e per usabilità, ma avremo dovuto rinunciare alla monomatericità dell’oggetto e quindi non sarebbe stato più un oggetto ecosostenibile.

qbico-modello-reale-ambientato-marcello-cannarsa-7
qbico-modello-reale-ambientato-marcello-cannarsa-5
qbico-whitewood-explode-marcellocannarsa-product-designer
Pannelli smaltati esterni, i più esposti a scivolamento e graffi
Punto di intersezione degli angoli, il vero problema in fase di produzione
La base e la seduta sono intercambiabili, ci si può sedere in tutte e tre le aree bianche

Esploso esplicativo degli elementi di Qbico.
In fase di realizzazione con il falegname e con tutto lo staff dell'azienda si sono tentate diverse soluzioni di realizzazione, soprattutto per cercare di essere precisi al millimetro nella conformazione dell'angolo. Infatti il problema è che ogni modulo deve essere agganciato a qualsiasi altro modulo, la precisione è essenziale! Questo fattore se pur appare di poco conto è stato determinante per il momentano abbandono del progetto.

Versione in ceramica

La prima idea di Qbico è partita dal materiale di composizione. Parlando con un’azienda di ceramica, mi sono interessato ai matateriali fotocatalitici. Questi materiali hanno bisogno di grandi superfici per essere efficaci, quindi dovevo pensare un oggetto abbastanza grande da purificare una stanza. Certo la ceramica pesa e si può scagliare, però con le dovute precauzioni si può riuscire a risolvere il problema. La doppiafunzione del materiale doveva essere rispecchiata anche nell’estetica, per questo ho nascosto nella parte interna dell’oggetto le decorazioni che, una volta aperto, si rivelano. Lo stile che ho scelto per queste decorazioni è quello di Deruta, tradizionale modo di decorare le ceramiche qui in Umbria.

qbico-4+1-ceramic-marcellocannarsa-product-designer
qbico-1+1-ceramic-marcellocannarsa-product-designer
qbico-wood-ceramic-marcellocannarsa-product-designer

If you like this project, please take a second
to share with the world so weather app can grow!