Sistema integrato per un turismo interattivo

Mecenate è un progetto ispirato al famoso personaggio storico aretino: obiettivo fondante del servizio è la sensibilizzazione alla cultura e al patrimonio artistico di Arezzo.
Il servizio intende, attraverso la creazione di un’applicazione per smartphone e tablet, favorire l’interazione tra turisti e città, con interesse all’esperienza e alla riflessione: la storia che l’utente sceglie di percorrere è vissuta in maniera attiva, da protagonista, per arricchire la propria identità attraverso il viaggio alla scoperta di dettagli culturali e artistici di un luogo.
Punto centrale del servizio Mecenate è l’utilizzo di una semplice applicazione e di un sito internet di riferimento, strumenti necessari per sviluppare i concetti di turismo artistico,
riflessione autobiografica, condivisione e comunicazione tra utenti, enti coinvolti e associazioni del territorio aretino.
L’innovazione di Mecenate è nella proposta di una visione meno didattica della storia dell’arte e del turismo, che sfrutta nuove tecnologie per favorire il ritorno al monumento, alla piazza, ai borghi di Arezzo attraverso autobiografia e riflessività.
Il sistema Mecenate può essere proposto ad altre città/paesi/borghi/territori italiani e stranieri e rappresenta un modello di turismo interattivo che coinvolge direttamente i turisti internazionali i turisti nazionali e i cittadini, e indirettamente biblioteche, teatri, musei, associazioni.
Grazie all’applicazione Mecenate, l’utente è invitato ad esplorare le vie di Arezzo per scoprirne i luoghi d’interesse artistico, sollecitato a diventare protagonista della propria visita. Come in un “videogioco”, assumere un ruolo creativo /attivo rende speciale il turismo: qualsiasi sia il punto di partenza del percorso, l’app mostra all’utente differenti situazioni da vivere, piccole “storie” che è possibile ripercorrere solamente raggiungendo di persona punti specifici della città.
Il progetto Mecenate prevede la creazione di una rete di eventi che rendano  interessante e viva la città di Arezzo: questo potrebbe avvenire con la collaborazione di ristoranti, bar, pub, strutture alberghiere, che intenderanno contribuire all’iniziativa, offrendo spazi e servizi alle associazioni non profit e concedendo loro di esporre lavori, idee, progetti culturali e artistici.

Descrizione del servizio

Grazie all’applicazione Mecenate, l’utente è invitato ad esplorare le vie di Arezzo per scoprirne i luoghi d’interesse artistico, sollecitato a diventare protagonista della propria visita. Come in un “videogioco”, assumere un ruolo creativo /attivo rende speciale il turismo: qualsiasi sia il punto di partenza del percorso, l’app mostra all’utente differenti situazioni da vivere, piccole “storie” che è possibile ripercorrere solamente raggiungendo di persona punti specifici della città.
La mappa è presentata parzialmente, si completa ogni volta che vengono individuati beni artistici rintracciabili, elementi chiave della storia scelta. Attraverso gli enigmi proposti, il turista (o il cittadino che poco conosce la propria città) è stimolato ad esplorare luoghi meno turistici, sbloccando contenuti. Una volta raggiunto un punto di interesse, l’app mostra al turista info, ricostruzioni, piccoli avvenimenti che hanno segnato quel luogo.
Il turista può rendere personale la visita con foto e commenti, creando il proprio diario di bordo salvabile sul profilo personale del sito. Una volta a casa, potrà stampare l’album fotografico personalizzato, ricordo dell’esperienza vissuta.
Il sito, l’app, il diario di bordo stampabile saranno tutti caratterizzati da un’immagine coordinata (grafica, colori), elemento necessario per una strategia di marketing efficace.
Il sito internet funge da luogo di incontro virtuale (web community) che favorisce l’incontro reale: l’utente può contattare cittadini volontari che raccontano la loro città (anziani, scuole, associazioni no profit). Altra opzione del sito: scoprire commenti positivi/negativi di altri utenti.
Il servizio può essere proposto a vari livelli: dal quartiere all’intero centro storico.
Può essere applicabile anche a singoli monumenti, a seconda del fruitore che decide come e quanto mettersi in gioco.Non ha problemi di replicabilità o di numero partecipanti in quanto ogni utente crea un’esperienza unica, personale.

Correlati

WhatsApp chat